Game Boy Nintendo, 30 anni fa la nascita di un mito

Lo scorso 21 aprile 2019, il Nintendo Game Boy ha celebrato un traguardo davvero speciale: il suo 30 ° compleanno. La console portatile di casa Nintendo fu infatti lanciata sul mercato per la prima volta in Giappone nel 1989. In seguito grazie al suo successo commerciale, divenne un fenomeno di portata mondiale.

Dopo il lancio in Giappone, il Game Boy ci ha messo tre mesi ad approdare in America ed un anno dopo arriva in Europa. Questo dispositivo ha cambiato radicalmente il mondo dei videogames ed ancora oggi sono in pochi a non conoscerlo.

Game Boy – La prima pubblicità – Giappone 1989

Pubblicità del Lancio del Nintendo Game Boy in Giappone

Grazie al GB le giovani generazioni dell’epoca hanno potuto giocare a grandi classici come Super Mario Bros., Tetris, Pokémon, Kirby, The Legend of Zelda e Donkey Kong, oltre a molti altri.

Questa console ha avuto un ruolo importante sul mercato dei dispositivi portatili. Il gioco in movimento era per lo più limitato a piccoli dispositivi con semplici meccaniche di gioco (ad esempio i Gig Tiger) che non potevano sperare di competere con i giochi della console del momento.

Il Game Boy però ha cambiato le regole del gioco. Potevi scambiare i giochi ogni volta che volevi grazie al grande numero di titoli presenti. D’altro canto però lo schermo era piccolo, la grafica monocromatica non era all’altezza degli standard NES, e la dipendenza dalle batterie lo rendeva un giocattolo relativamente costoso per l’uso a lungo termine.

Il primo spot negli Stati Uniti

Primo Commercial del lancio del Game Boy negli USA – 1989

Ma qualcosa rendeva speciale questa console aldilà delle caratteristiche tecniche. Nell’anno del suo lancio, non era infatti il dispositivo più sofisticato dal punto di vista tecnologico, ma era in grado di battere concorrenti come Atari Lynx e Game Gear (prodotto da Sega).

Basti pensare che 12 anni dalla sua uscita, al momento del lancio della versione Advance, il suo predecessore aveva venduto oltre 110 milioni di unità in tutto il mondo, il che lo ha reso il sistema di gioco più venduto di sempre.

Ancora oggi quando si parla del Game Boy il fattore nostalgia si fa sentire per tutti coloro che sono stati bambini tra la fine degli anni ’80 e ’90. Molte persone devono al Game Boy il loro battesimo nel mondo dei videogames.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.